logo www.design.tv.it

Utente o password errati!
accedi
 

Il racconto della decrescita

La decrescita non è solo una questione di numeri. Per lo scrittore Maurizio Pallante e il presidente di Valcucine Gabriele Centazzo è anche una storia da raccontare. I due s'incontreranno il 10 febbraio a Milano presso l'Eco Bookshop di Valcucine, per discutere della possibilità della decrescita felice in Italia e de I trent'anni che sconvolsero il mondo, l'ultimo romanzo di Pallante.

L'iniziativa rientra nel ciclo d'incontri " Visioni Sensibili", che l'ecolibreria di Zona Brera porta avanti da settembre 2010 con l'intento di dare voce ad alcune delle realtà più affermate in Italia nel campo della pratica e della teoria della sostenibilità. Stavolta tocca a Maurizio Pallante, fondatore del Movimento per la Decrescita Felice e uno dei massimi esperti di politica energetica e tematiche ambientali in Italia.

Alla metà degli anni Cinquanta, con il suo carico di speranza nell'Italia che cambia, una famiglia meridionale sbarca a Torino, Stazione di Porta Nuova, alla ricerca di una vita migliore. I trent'anni che sconvolsero il mondo, edito da Pendragonnel 2010, è il primo romanzo di Pallante. Col senno di poi, l'autore mostra come i cambiamenti avvenuti negli anni del boom economico abbiano stravolto il modo di stare al mondo degli esseri umani.

"La vittoria del modello devastante che stiamo vivendo è stata prima di tutto culturale - spiega Pallante - Ma è giunto il momento di sfatare i miti creati da quel tipo di narrazione. Come il movimento per la crescita ha avuto i suoi cantori, ora è necessario costruire un immaginario alternativo che renda desiderabile un modello economico diverso".

A dialogare con Pallante ci sarà Gabriele Centazzo, presidente di Valcucine, designer e imprenditore che da sempre persegue un modo di fare industria finalizzato a diminuire lo spreco di risorse e contribuire alla creazione di un mondo più sostenibile. "È nostro dovere cercare una soluzione alla crescita infinita - dice Centazzo - E questo può avvenire solo trovando un punto d'incontro tra industria e cultura, tra società ed etica. Questa libreria è qui per questo".

L'incontro, in programma per giovedì 10 febbraio alle 19, prenderà le mosse da I trent'anni che sconvolsero il mondo per stimolare una conversazione tra Pallante, Centazzo e alcune delle associazioni che si occupano di decrescita sul territorio.

A seguire, Maurizio Pallante autograferà i libri che saranno messi in promozione nell'Eco Bookshop.

 

L'Eco Bookshop

L'Eco Bookshop di Valcucine ha aperto i battenti lo scorso giugno negli spazi dello showroom Valcucine in Zona Brera, a Milano, per diffondere la cultura della sostenibilità. Si tratta di 600 metri quadrati di libri dedicati ai temi dell'ecologia, della bioarchitettura e dell'etica applicata al contesto sociale e ambientale in cui viviamo. Più di 1000 titoli di case editrici "sostenibili" come Edizioni Ambiente, Chiarelettere, Altreconomia, Logos, Birkhouser e Corraini, con una sezione dedicata ai giardini urbani e al giardinaggio in arrivo a Settembre.

Durante l'estate l'Eco Bookshop ha dato vita aun'iniziativa di BookCrossing, liberando alcuni dei suoi volumi in giro per Milano e per l'Italia e invitando i lettori a leggerli e "rilasciarli"a loro volta in uno spazio pubblico. Il ciclo d'incontri "Visioni sensibili" è il proseguimento ideale di questo percorso, che si ripromette di promuovere il dialogo e di individuare spazi comuni di azione in Italia in nome della sostenibilità.

 

logo t²i
loghi